fbpx
Pianeta Nove: Il gigante ai confini del sistema solare

Pianeta Nove: Il gigante ai confini del sistema solare

Pianeta Nove avrebbe “una massa pari a circa dieci volte la Terra e orbita a una distanza di circa 20 volte quella di Nettuno”. La sua esistenza è desunta dai calcoli: non è stato visto perché è troppo lontano dal Sole per rifletterne la luce

Un pianeta gigante finora sconosciuto, avvolto nell’oscurità e troppo distante dal Sole per rifletterne la luce, soprannominato Planet Nine, potrebbe essere stato scoperto ai margini del sistema solare. Lo sostengono gli scienziati Usa della CalTech University, che hanno pubblicato uno studio sul misterioso corpo celeste sull’Astronomical Journal.

Secondo lo studio l’oggetto “ha una massa pari a circa dieci volte la Terra e orbita a una distanza di circa 20 volte quella di Nettuno”, il pianeta più esterno del sistema solare dopo il declassamento di Plutone a pianeta nano.

Gli studiosi del California Institute of Technology parlano di un’orbita “bizzarra, molto allungata nel sistema solare più distante”. “Di fatto a questo nuovo pianeta occorrono tra i 10.000 e i 20.000 anni per compiere un’intera orbita attorno al Sole”. La sua esistenza desunta da calcoli: non è stato avvistato I ricercatori Konstantin Batygin e Mike Brown hanno spiegato di aver trovato il pianeta attraverso modelli matematici e simulazioni al computer, ma di non averlo mai osservato direttamente. Il corpo celeste ha circa 5.000 volte la massa di Plutone. “Sarebbe un vero nono pianeta”, ha detto Brown, professore di astronomia planetaria. “E’ un pezzo piuttosto consistente del nostro sistema solare che deve ancora essere trovato, ed è una cosa davvero eccitante”.

Se confermata, la scoperta riscriverebbe il modello del Sistema solare I due ricercatori avevano iniziato le loro ricerche con un obiettivo chiaro: demolire le ipotesi sulla teorizzata esistenza di un nono pianeta del Sistema Solare, avanzata in studi precedenti sulla base dell’osservazione di singolari concentrazioni di piccoli oggetti celesti. Tuttavia i calcoli li hanno portati a ricredersi, al punto da formulare l’ipotesi della presenza del ‘Pianeta Nove’. A suggerirne l’esistenza non è stata l’osservazione diretta, ma sono state le loro orbite, che secondo i calcoli appaiono influenzate dalla forza di gravità di un “massiccio pianeta nascosto”, situato ben oltre Plutone. Se confermata, la scoperta farebbe riscrivere i libri di astronomia e soprattutto costringerebbe a rivedere i modelli del Sistema Solare.

(Post divulgativo riportato da http://www.rainews.it)

 

Lascia un commento